Educazione alimentare

banner educazione alimentare

Il cucciolo che è stato abbastanza con la propria mamma, ha già affrontato il tema della gerarchia alimentare (non essere precipitosi ed a saper aspettare il proprio turno). Il compito del proprietario è quello di mantenere queste buone abitudini attraverso l’educazione alimentare.

Il modo corretto

> Preparazione della ciotola > Attendere che il cucciolo sia calmo > Consegnare la ciotola > Lasciare l’accesso alla ciotola > Ritiro della ciotola

Perché ritirare la ciotola?

Ritirare la ciotola dopo il pasto ci permette di abituare il cucciolo a consumare il cibo nel tempo stabilito; in questo modo si riducono notevolmente i capricci e vi permetterà di capire lo stato di salute del cane  e di accorgervi tempestivamente di problemi.

Inoltre è utile per fargli capire che il momento del pasto è controllato da noi proprietari. Questa regola la intendo solo ed esclusivamente come “inizio e fine delle attività gestite dal leader”, per il vecchio pensiero “il capobranco mangia per primo” ed “il cane che ha sempre a disposizione il cibo è un cane in grado di cacciare e quindi diventa dominante” non lo prendiamo in considerazione, perché ci stiamo riferendo al nostro cane, nella nostra famiglia e non alla vita del lupo nella natura selvaggia.

Evitiamo di avanzare e buttare cibo

Lasciando la ciotola sempre a disposizione rischiamo di accumulare avanzi che possono generare muffe pericolose, proliferazione di batteri o deposizione di uova di insetti, finendo con buttare tutto o mettere a rischio la salute del cane.

Regolarità dei pasti

Lasciando la ciotola sempre a disposizione non possiamo capire quando e quanto mangia, pertanto non è possibile riconoscere eventuali campanelli di allarme per la salute del cane.

Non dare alternative

“Se non ti piace quello, ti do quest’altra cosa!” a questo punto il danno è fatto! Il cane imparerà a scegliere cosa, quando e come mangiarlo, praticamente costringerà il proprietario a fornire un menù prima di ogni pasto e lo farà diventare pazzo.

Direi che è meglio risparmiare questa fatica ed abituare il cane a mangiare ciò che c’è nella ciotola, altrimenti nulla fino al pasto successivo. Questa procedura è estremamente difficile nelle famiglie numerose, nelle quali è quasi impossibile convincere tutti i membri che far saltare un pasto non è poi la fine del mondo.


Preparazione della ciotola

Preparate la ciotola del vostro cane con la giusta razione di pappa, senza nessuna fretta prendere la ciotola e dirigetevi verso la zona del pasto; se il cucciolo salta addosso arrestate qualsiasi movimento, ignorandolo, e riprendete l’azione quando il cucciolo rimane si tranquillizza.

N.B. Uno stato di calma è importante di fronte al cibo, il cucciolo non deve saltare addosso o abbaiare, perché dovrà capire che quelle strategie non sono efficaci per ottenere ciò che desidera.

Consegnare la ciotola

Quando il cucciolo sarà più calmo, potrete iniziare ad abbassarvi per mettere la ciotola a sua disposizione; anche in questo passaggio, se il cucciolo si fionda sul cibo, dovrete immediatamente risollevare la ciotola. Lo scopo finale è quello di poter appoggiare il cibo senza essere travolti (segno di grande maleducazione per come la vedo io).

Consenso per il pasto

Quando il cucciolo avrà imparato a stare fermo ed aspettare che appoggiate la ciotola sul pavimento, vi potrete spostare consentendo così l’accesso al cibo.

Attenzione

Altro aspetto fondamentale è quello di non toccare il cibo una volta ceduto al cane: al contrario di come credono molti, giocare con la pappa e la ciotola del cane per “vedere se ringhia” è un comportamento sbagliato che danneggia gravemente il rapporto di fiducia con il vostro amico! Una volta che avrete dato la ciotola al cane, la pappa è sua.

Ritiro della ciotola

Dopo aver lasciato il cane tranquillo a consumare il suo pasto (se avete più di un cane in casa è meglio essere presenti fino alla fine) potrete tornare a ritirare la ciotola.

Come abbiamo già visto in precedenza, qualora in cane non avesse mangiato, occorre ritirare la ciotola (dieci minuti sono più che sufficienti) e riproporla il pasto successivo. Se il cane comincia a saltare troppi pasti è meglio consultare il veterinario per comprenderne la causa.

Jessica Furbaus

Titolare della scuola Furbaus.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: