Cani assistenti

Con la Scodimpa di stamattina ed il lavoro in campo al pomeriggio, mi sono resa conto di quanto sia ancora indispensabile l’aiuto della Schumi nelle interazioni. Lei è a tutti gli effetti un cane assistente finito; affidabile in qualsiasi circostanza.

Stamattina la Broom ha avuto problemi a gestire il suo amico Brian (15 chili più grosso) che voleva giocare. Broom non è stata in grado di rifiutare il gioco o imporsi, nonostante la sua difficoltà; infatti è dovuta intervenire Schumi più di una volta.

Nel pomeriggio ho avuto a che fare con una cucciola di tre mesi molto difficile e forte caratterialmente. Schumi l’avrebbe gestita in pochi minuti, ma vista la taglia grande della cucciola, ho preferito lasciare spazio alla Broom. Lei non è stata in grado di stabilire un equilibrio, ha provato per una ventina di minuti diverse strategie, inizialmente l’ha sgridata in modo sereno, non ha funzionato, ha poi optato per la strategia della calma, ma niente, la piccolina incontenibile e Broom ha chiesto più volte il mio aiuto.

I proprietari della cucciola erano entusiasti dell’interazione (difficile ma senza scontri) in cui gli ho spiegato tutti i segnali, li ho tranquillizzati sulle posture e vocalizzazioni del cane adulto, spiegando loro come un cane equilibrato si deve approcciare ad un cucciolo teppista. Io sono felice di aver visto tanto lavoro appreso da parte della Broom, ma mi rendo conto che manca ancora molta strada! Ma noi non ci arrendiamo!

Jessica Furbaus

Titolare della scuola Furbaus.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi