Vaccino Broom

Oggi siamo state dal veterinario per il vaccino annuale della Broomhilda; è stata bravissima e, non so come, si è divertita! Non ha smesso un attimo di scodinzolare in giro per la stanza, ho dovuto legarla perché altrimenti esplorava tutto il bancone degli strumenti sterili (solo perché ci conoscono bene non ci hanno sgridate!).

veterinario banner

L’ho sempre detto che la Broom è un cane ottimista e buono, lo si notava anche quando era molto piccola, pur non avendo mai fatto davvero la cucciola perché crescere in un branco non è semplicissimo.

Il branco ha i suoi vantaggi (soprattutto se i componenti sono soggetti equilibrati) ma anche tantissimi svantaggi come ad esempio limita la libertà di espressione soggettiva perché ogni comportamento implica immancabilmente delle conseguenze.

Mentre in un contesto familiare ciò lo si può evitare (lasciando al cucciolo dei momenti di svago individuali, dei momenti di gioco in cui è lui a dettare le regole), nel branco non è possibile. Ed anche quando si preleva il cucciolo per fare un’attività specifica unicamente con lui, al rientro pagherà con il terzo grado e, forse, qualche sgridata, da parte di tutti i componenti.

Ho scelto di avere molti cani perché le interazioni costanti tra loro li rendono più empatici verso i loro simili, indubbiamente più “allenati” nella comunicazione e ciò mi torna molto utile nell’aspetto lavorativo (cani assistenti certificati).

Jessica Furbaus

Titolare della scuola Furbaus.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi